Tra il mare di social network che ormai impazzano per ogni argomento è forse saggio riflettere su quale di questi usare per le nostre aziende.

QUALE SOCIAL SCEGLIERE PER MASSIMIZZARE IL TASSO DI ENGAGEMENT DEL PROPPRIO BRAN?

A tal proposito prendiamo spunto da un bell’articolo dell’agenzia di comunicazione Kiver che in aiuto dei brand riporta l’analisi demografica degli utenti dei social network proposta da Business Insider.

  • Facebook, il “social dei giovani”, è più indicato per beni di largo consumo(FMCG), piuttosto che per promuovere beni di lusso e servizi, meglio pubblicizzati sulle riviste patinate.
  • Twitter è il canale social più utilizzato per diffondere news. Ma attenzione, perché il successo è “garantito” solo per i tweet pubblicati tra le una e le tre del pomeriggio, da lunedì a giovedì.
  • Linkedin è notoriamente riconosciuta come la piattaforma professionale, popolata dai “colletti bianchi della rete” e perciò ha una base di utenza altamente istruita, qualità che spesso si accompagna ad alti redditi.
  • Pinterest è il social mobile per eccellenza e in particolare spopola sui tablet dove detiene la supremazia assoluta. Qua gli utenti condividono contenuti che riguardano prevalentemente cibo e bevande o che sono destinati a parenti e famiglia.
  • Instagram è il social media degli under 35, quindi la piattaforma ideale per i brand di abbigliamento ed entertainment focalizzati sulla fascia d’età 18-34 anni.
  • Il più “intellettuale” infine è Tumblr, fortissimo con teenager e adulti giovani interessati ad esprimere se stessi e il proprio pensiero.

Da adesso vietato sbagliare social.